lessphp fatal error: load error: failed to find /web/htdocs/www.sanmarinorally.com/home/rally/wp-content/themes/theme523821/bootstrap/less/bootstrap.lesslessphp fatal error: load error: failed to find /web/htdocs/www.sanmarinorally.com/home/rally/wp-content/themes/theme523821/style.less News | Rally di San Marino

News

NewsFbaja


3° SAN MARINO BAJA – VITTORIA A CODECA’

San Marino, 12 luglio 2015. Il pronostico è stato rispettato. Nella sfida tricolore valida per il Cross Country Lorenzo Codecà, navigato da Bruno Fedullo, è andato a segno senza problemi dopo un inizio difficile a causa di un errore di navigazione nelle prime battute di gara. Da quel momento in poi il pilota milanese si è letteralmente scatenato e vincendo settori cronometrati su settori cronometrati ha ben presto riconquistato la vetta della classifica chiudendo al comando la prima tappa con la Suzuki Gran Vitara 3.6. Nella seconda tappa Codecà si è poi limitato a controllare gli avversari che non sono più riusciti a impensierirlo. Al termine di un’accesa battaglia durata fino all’ultimo settore cronometrato la coppia Lolli-Facile ha arpionato la seconda piazza. In terza posizione hanno chiuso Cantarello-D’Archi a completare un podio monopolizzato dalle Suzuki. Costretti al ritiro Petrucci-Briani che fino in fondo hanno lottato per la seconda posizione.
Delle tredici vetture che hanno preso il via hanno concluso in otto.

Foto – Bettiol


NewsGrandefinale


43° SAN MARINO RALLY – PAOLO ANDREUCCI ENTRA NELLA STORIA DELLA CLASSICA SAMMARINESE

San Marino, 12 luglio 2015. Sono numeri pesanti quelli messi in tavola da Paolo Andreucci sulle strade del 43° San Marino Rally. Terzo centro stagionale, primato sempre più solitario nel Cir e anche quinto successo nella classica sammarinese: il garfagnino eguaglia così il record di vittorie detenuto da Pierino Longhi, il pilota che ha vinto più di tutti da queste parti. È stata un vera marcia trionfale quella dell’otto volte campione d’Italia che ha preso il comando saldamente a metà della prima tappa e non l’ha più mollato facendo segnare tempi inavvicinabili per gli avversari. Splendido cinquantenne Andreucci continua a dettare legge e a incastonare perle in una collana di vittorie a questo punto davvero infinita. Il toscano, in coppia con Anna Andreussi sulla Peugeot 208 T16 colorata di arancione, ha fatto segnare il miglior tempo in sette delle undici speciali in programma.
Un successo devastante per le ambizioni degli avversari, quello di Andreucci lanciatissimo adesso verso la conquista del nono scudetto di una carriera leggendaria nello Stivale dei rally. L’uscita di scena di Scandola nel corso della seconda ps della prima tappa ha fatto incanalare il San Marino Rally e la stagione 2015 verso il pilota di Castelnuovo Garfagnana che adesso guarda al futuro dall’alto di un’esperienza che nessun altro può vantare.
E così alle spalle di Andreucci il primo a porsi sotto ai riflettori è stato Simone Campedelli davvero incisivo al rientro nel Tricolore. Con la 207 Super2000, il romagnolo è balzato anche nel comando nelle battute iniziali e poi ha provato a trasformarsi in spina nel fianco di Andreucci. Alla fine, staccando anche il miglior tempo nell’ultimo passaggio sulla speciale di Sestino, ha messo le mani su un secondo posto che vale oro e lo ripropone all’attenzione generale.
Sul terzo gradino del podio è salito Giandomenico Basso con la Fiesta R5 Gpl. Il trevigiano che ancora insegue la prima vittoria stagionale non ha mai insidiato né Andreucci e né Campedelli faticando più del previsto in una gara dove in passato si è anche preso lussi importanti. Grazie a due temponi fatti segnare nei due passaggi lungo la speciale di Sestino, Mauro Trentin ha artigliato la quarta piazza e il primato tra i protagonisti del Trofeo Terra.
Davvero sopra le righe la prova dei sammarinesi impegnati nel quinto round del campionato italiano. Filippo Reggini e Massimo Bizzocchi sulla Fabia Super2000 hanno concluso al quinto posto una gara impreziosita da prestazioni cronometriche di assoluto valore. Subito dietro all’ex presidente Fams ha chiuso Daniele Ceccoli, navigato da Cristiana Biondi, sulla Mitsubishi Lancer che si è tolto ben presto la ruggine da rientro e ha chiarito a tutti che è ancora uno che possiede un piede destro davvero pesante.

Classifica Assoluta 43° San Marino Rally Finale: 1. Andreucci-Andreussi (Peugeot 208 T16 R5) in 1:37’45.6; 2.Campedelli-Fappani (Peugeot 207 S2000) a 26.9; 3. Basso-Granai (Ford Fiesta R5 Ldi) a 1’25.6; 4.Trentin-De Marco (Peugeot 207 S2000)a 2’51.2; 5. Reggini-Bizzocchi (Skoda Fabia S2000) a 2’53.9; 6. Ceccoli-Biondi (Mitusbishi Lancer Evo IX)a; 7.Biolghini-Castiglioni (Skoda Fabia S2000) a 6’31.8;8. Cobbe-Turco (Ford Fiesta S2000) a 7’38.3; 9.Tassone-Michi (Peugeot 208 R2) a 9’36.6;10.Panzani-Baldacci (Renault Twingo R2) a 10’54.0.

Classifica CIR Assoluto: Andreucci 59 punti; 2. Scandola 35; 3. Basso 32; 4. Chardonnet 28; 5. Albertini 18; 6. Perico 15; 7. Caldani e Baccega 10; 9. Tassone 9; 10. Ciavarella 6.

Classifica CIR Junior: 1.Tassone 72 punti; 2. Testa 51; 3. Panzani 31; 4. Marchioro 28; 5. Rossi 24.
Classifica CIR Costruttori: 1.Peugeot 63;2.Ford 54;3.Skoda 35; Renault 15.
Classifica Trofeo Rally Terra: 1. Trentin 60; 2. Ricci 34; 3. Cobbe 32; 4. Biolghini 30; 5. Manfrinato 21.
Classifica Costruttori Produzione: Renault 60.

Foto – Bettiol


NewsFShow


2° RALLY SHOW SAN MARINO – Vittoria per Tortone

San Marino, 12 luglio 2015. Una notte di spettacolo. La seconda edizione del Rally Show San Marino non ha tradito le attese regalando controsterzi e una corsa molto bella e combattuta. A imporsi sono stati Maurizio ed Enrico Tortone sulla Fiesta Wrc del Winners Rally Team. I due hanno preceduto di soli 2″7 Christian Marchioro e la sammarinese Silvia Dall’Olmo sulla Lancer Evo IX.
Non è riuscita a Jader Vagnini l’impresa di ripetersi al Rally Show. Il sammarinese, vincitore della prima edizione della gara che ha fatto da contorno alla 43esima edizione del Rally di San Marino, si è dovuto accontentare della terza piazza. La corsa si è giocata tutta con tre passaggi tosti e altamente spettacolari lungo i 5,35 km d’asfalto che portano al cuore dell’Antica Repubblica della Libertà. Facendo segnare il miglior tempo nel primo passaggio, Vagnini ha tentato di dare il primo graffio pesante alla classifica, ma poi ha dovuto arrendersi a un Tortone che si è aggiudicato gli altri due passaggi andando a mettere le mani sulla vittoria.
Ben cinque equipaggi sammarinesi si sono piazzati nella top ten finale.
Detto di Vagnini, da sottolineare la prova di Conti-Urbanati (Mitsubishi Lancer Evo IX) giunti quarti, Colombini-Selva (Bmw M3) che si sono piazzati quinti, Leardini-Gastaldello (Clio) ottavi, Guerra-Dall’Olmo (Fiat Punto) noni e Neri-Pasini (Peugeot 106 Rallye) decimi.
Sono state 45 le vetture a tagliare il traguardo.


cm8g


43° SAN MARINO RALLY – ANDREUCCI AL COMANDO A UNA SPECIALE DALLA FINE DELLA PRIMA TAPPA

San Marino, 11 luglio 2015.
Si è chiusa nella tarda serata di sabato la prima tappa del 43° San Marino Rally. La spettacolare prova in notturna e con gomme da terra lungo il nastro d’asfalto  che conduce al cuore dell’Antica Repubblica ha chiuso una giornata dove non sono certo mancate le emozioni. Dopo la disputa di otto prove speciali su terra al comando della classifica c’è Paolo Andreucci con la Peugeot 208 T16 di arancio vestita. Il toscano è stato il vero dominatore di una prima giornata caratterizzata dall’uscita di strada di Scandola e la debuttante Skoda Fabia R5 nel corso della seconda ps. Uscito di scena il veronese, per l’otto volte campione d’Italia è iniziata la battaglia con Campedelli che, al rientro dopo sei mesi di inattività, s’è subito reso protagonista di una gara d’attacco. Il romagnolo ha anche acciuffato la leadership della classifica prima di cedere al ritorno di Andreucci che sostituito il cambio dopo la prima assistenza ha cambiato letteralmente passo nonostante una foratura gli abbia fatto beccare una penalità di dieci secondi. Più staccato Basso con la Fiesta R5 Gpl che accusa un ritardo dalla vetta di più di un minuto. Subito fuori dal podio con una prestazione davvero ragguardevole ha chiuso la sua prima giornata Filippo Reggini con la Skoda Super2000. Il sammarinese ha fatto segnare tempi di assoluto rilievo e si è piazzato davanti a Trentin che sulla 207 Super2000 guida la sfida del Trofeo Terra davanti a Gigi Ricci. Il bresciano di Riccione precede Daniele Ceccoli che sulle strade a lui tanto care sta disputando una grandissima gara coronata dal settimo posto assoluto nonostante una foratura. Decimo assoluto e primo tra i protagonisti del Tricolore Junior c’è il cuoco da corsa Michele Tassone. Per domani è prevista la conclusione dell’edizione 2015 del San Marino Rally. I due passaggi sulla ps di Sestino decreteranno il nome del vincitore. L’arrivo è previsto a iniziare dalle 12,45 al Multieventi di San Marino.


 

cm7g

43° SAN MARINO RALLY – NOTTI DI PASSIONE TRA RICCIONE E SAN MARINO

Prima il bagno di folla del venerdì sera nella passerella in viale Ceccarini a Riccione che ha prodotto una perfetta fusione tra sport e spettacolo, poi una prima tappa subito bella, appassionante, caratterizzata da crash e colpi di scena

San Marino, 11 luglio 2015.
La 43esima edizione del San Marino Rally si è aperta in maniera scoppiettante con un testa a testa esaltante tra Paolo Andreucci (Peugeot 208 T16) e Simone Campedelli (207 Super 2000) che dopo 6 prove speciali sono divisi da 8″7. La prima vittima illustre è stato Umberto Scandola che al debutto sulla Fabia R5, dopo aver fatto segnare il miglior tempo nella speciale d’apertura, è stato costretto al ritiro nel secondo impegno cronometrato a causa di un’uscita di strada. Atterrando male da un dosso la Skoda del veronese si è ribaltata. Con Andreucci e Campedelli a giocarsi il primo posto, Basso con la Fiesta spinta a Gpl occupa il terzo gradino del podio davanti al sammarinese Filippo Reggini autore di una prestazione davvero sopra dalle righe con tempi di assoluto rilievo con la Fabia 2000. Il gentleman driver della Repubblica del Titano precede Trentin che con la Fiesta R5 guida la classifica tra i protagonisti del Terra davanti al bresciano di Riccione Luigi Ricci. Ottima la prestazione del sammarinese Daniele Ceccoli che a tre speciali dalla fine occupa la settima piazza.
Alla conclusione della prima tappa manca adesso la disputa di tre prove speciali. Due su terra e l’ultima su asfalto lungo la strada che conduce a Porta della Città. E sarà un’altra notte di autentica passione dopo la grande partecipazione di pubblico nella passerella di Riccione. «Essere in mezzo a tutta questa gente da davvero i brividi, mi piace l’idea di portare sempre più i rally vicini al grande pubblico», ha dichiarato l’otto volte campione d’Italia Andreucci, stupito davanti a tanti spettatori.

 


 

Andreucci-press

43° SAN MARINO RALLY GRANDE SPETTACOLO

Valida per campionato italiano, Trofeo Terra, Tricolore Junior, Tricolore Costruttori Produzione, Trofeo Twingo R2 “TOP” 2015 e ERMS la gara sammarinese si appresta a vivere un week end davvero di fuoco.

San Marino 10 luglio, 2015. L’attesa è finita: irrompe sulla scena la 43esima edizione del San Marino Rally, l’appuntamento più atteso nell’estate degli appassionati dei controsterzi. Quinto round del campionato italiano e quarto del Trofeo Terra il rally sammarinese è uno snodo fondamentale nell’economia della stagione in ottica di corsa al titolo. Farà molto caldo all’ombra del Titano e non solo per questioni atmosferiche. Sulle undici speciali della classica sammarinese si annuncia davvero grande battaglia. Vincitore nella passata edizione e per quattro volte a segno in carriera nella corsa sammarinese, Paolo Andreucci arriva al San Marino da leader del tricolore e con una 208 T16 di arancione vestita. È l’otto volte campione d’Italia a inaugurare la partenza questa mattina dal Multieventi di Serravalle e anche uno dei maggiori indiziati alla conquista della vittoria. A tentare di bloccare la marcia del toscano della Peugeot ci proverà di sicuro Umberto Scandola al debutto sulla nuova Skoda Fabia R5 e vincitore da queste parti nel 2013. Un altro soggetto da tenere sotto osservazione è poi Giandomenico Basso che a San Marino ha già fatto saltare il banco nel 2012 e che quest’anno con la Fiesta alimentata a Gpl va ancora a caccia del primo successo stagionale. Per una corsa di vertice si segnalano anche Sebastien Chardonnet, terzo nella classifica del campionato italiano che disputa per la prima volta con una Fiesta R5, e Simone Campedelli con la Peugeot 207 Super2000 al rientro nella specialità che l’anno scorso seppe mettere a segno delle prestazioni di assoluto valore.

Per quanto riguarda i protagonisti del Trofeo Terra sarà caccia grossa al leader della serie Mauro Trentin favorito della vigilia anche se dovrà fare i conti con Luigi Ricci, il bresciano di Riccione, specialista in gare sterrate. In questo contesto si segnalano, poi, le presenze dei sammarinesi Filippo Reggini sulla Skoda Super2000 e Daniele Ceccoli (Mitsubishi Lancer Evo IX), due piloti che nella gara di casa sapranno di sicuro esaltarsi.

PASSERELLA A RICCIONE
DA OGGI SI FA SUL SERIO

Dopo la passerella di venerdì sera in viale Ceccarini a Riccione da oggi si inizia a fare sul serio. Scatta dal Multieventi di Serravalle la 43esima edizione del San Marino Rally, sfida che si articola su due tappe e undici prove speciali, dieci su terra e una su asfalto. Nella prima giornata i concorrenti affronteranno nove ps. Il menù prevede le speciali di Monte Benedetto (da ripetere due volte), Rofelle e Sant’Agata Feltria (da ripetere per tre volte) e il gran finale in notturna sull’asfalto della prova di San Marino da effettuare, come di consueto, con pneumatici da terra. Domenica andrà poi in scena la tappa conclusiva sulla prova di Sestino, vera università dello sterrato da ripetere due volte prima dell’arrivo finale al Multieventi a iniziare dalle ore 11.14.

RALLY SHOW
LA CARICA DEI 50

Uno spettacolo nello spettacolo. La seconda edizione del Rally Show si presenta più scoppiettante che mai. Sono una cinquantina gli equipaggi impegnati lungo la speciale su asfalto che conduce a Porta della Città a San Marino. Tre i passaggi sui 5,35 km della ps: ore 19.45, ore 22.15 e ore 23.30. Evoluzioni e controsterzi ininterrotti. Una giornata di passione che si concluderà nel cuore della notte. Insomma si ripete l’esperimento introdotto dagli organizzatori nel 2014 e perfettamente riuscito con ottime sfide in prova speciale e un appassionato seguito di pubblico. L’anno scorso la vittoria è andata al sammarinese Jader Vagnini che con la Fiesta Wrc ha avuto la meglio su Augustino Pettenuzzo in gara con la Focus Wrc. Quest’anno Vagnini ci riprova a lasciare il segno nell’albo d’oro del San Marino Rally Show e si presenta al via con una Peugeot 208 T16. Saranno ben 28 gli equipaggi sammarinesi in gara.

TRICOLORE CROSS COUNTRY
È CODECA IL GRAN FAVORITO

Si annuncia davvero avvincente la terza edizione del San Marino Baja secondo round del campionato italiano Cross Country. In 14 sono pronti a darsi battaglia per due tappe e nove settori cronometrati: sette al primo giorno, due previsti nella giornata conclusiva per un totale di 133 km di sfida contro il cronometro. All’ombra del Titano la serie tricolore sbarca dopo la battaglia dell’Italian Baja trovando un terreno completamente diverso rispetto a quello friulano. Un terreno che potrebbe esaltare Codecà il grande favorito per la vittoria con la Suzuki Grand Vitara che vorrebbe tanto rifarsi del ritiro patito nella passata edizione. Nella lotta per la conquista di un posto al sole potrebbero inserirsi il toscano Andrea Luchini e il veneto Mauro Cantarello entrambi in gara sulla Suzuki New Grand Vitara 1.9 DDIS. Da seguire anche Corrado Ughetti che proverà a sfruttare le doti di allungo della Nissan Patrol sulle strade bianche della gara sammarinese.


 

cm6gr

 

RICCO IL MENU’ DEL 43°SAN MARINO RALLY

11 tratti cronometrati, 5 diversi
Rientra Sestino e si riconferma la San Marino su asfalto in notturna

San Marino, 9 luglio 2015. Manca poco al via della 43° edizione del San Marino Rally e il menù proposto dalla Federazione Auto Motoristica Sammarinese a piloti e appassionati è sicuramente da gourmet. Con la passerella in viale Ceccarini a Riccione venerdì 10 luglio scatta l’edizione di una corsa che si annuncia molto combattuta e tutta da seguire lungo i tratti cronometrati. Ecco alcune informazioni e alcuni consigli sulle prove speciali della due giorni sammarinese. Da tener presente che le strade interessate saranno chiuse un’ora prima del transito della prima vettura.

Le PS in dettaglio:

PROVA SPECIALE MONTE BENEDETTO (km 5,36) PS 1 e 4 — CIR ore 9,25 e 12,00
Tra le speciali su terra, quella di Monte Benedetto è la più corta nella 42esima edizione del Rally di San Marino.
La partenza in leggera salita è situata a ridosso di Sant’Agata Feltria, in mezzo ad un castagneto, è subito velocissima con fondo molto compatto e sede stradale larga. Non ci sono grandi spazi per seguirla ma consigliamo al Km 1 due curve davvero spettacolari. Da non perdere.
Dopo km 2 la strada inizia a scendere, è bella ma più stretta. Molto interessante è il bivio su asfalto al km 4: si arriva da Petrella Guidi e Sant’Agata Feltria e scendendo ai tornanti sotto verso Piagola si può vedere un bel tratto di strada così da poter seguire meglio le evoluzioni delle auto in gara. Rispetto all’anno scorso questa ps è stata accorciata nel finale di un km e mezzo.

PROVA SPECIALE ROFELLE (km 14,48) PS 2-5 e 7 — sabato CIR ore 9,54 – 15,10 – 17,43
Questa prova speciale è la più lunga del Rally di San Marino e  dove il “piede” può fare la differenza. Questa è una ps storica del San Marino Anni Ottanta. Il suo fascino è rimasto immutato col procedere delle stagioni. La strada si snoda interamente in mezzo agli Appennini ed è all’incrocio di ben quattro regioni. Il primo tratto viene percorso su una strada abbastanza larga, successivamente si trasforma in una discesa molto tecnica che si snoda verso il suggestivo passaggio all’interno del piccolo borgo medioevale di Gattara. Dopo un tratto in asfalto prosegue su un tratto abbastanza veloce con alcuni bei tornanti all’inizio della salita. In seguito la strada rimane scoperta dal bosco, ed è possibile vedere ampi tratti con passaggi in piccolissimi centri abitati: qui diventa molto guidata con medie orarie molto basse. È l’occasione per gustarsi l’abilità tecnica dei piloti. In seguito si arriva a un innesto sull’asfalto che porta all’attraversamento dell’abitato di Rofelle. Quando si torna sullo sterrato la strada diventa larghissima e velocissima. Tutto da gustare perché molto bello a livello spettacolare è il passaggio dentro Monte Botolino dove ci sono due tornanti larghi. Negli ultimi 2 km della PS la strada diventa ancora più veloce. Ed è qui che occorre tener giù il piede destro per staccare il tempone.

PROVA SPECIALE SANT’AGATA FELTRIA (km 11,45) PS 3-6 e 8 — sabato CIR ore 10,56 – 16,12 e 18,45
Rispetto al 2014 cambia l’inizio di questa speciale scorbutica e col fondo che cambia ripetutamente. È una delle più difficili da digerire. La speciale muta la sua fisionomia dopo il bivio di Pagno. La strada, infatti, diventa molto più lenta e guidata in mezzo al bosco da dove è difficile poter trovare il posto giusto per seguire le evoluzioni dei piloti. Molto caratteristico è poi il passaggio dentro all’abitato di Rivolpaio: la carreggiata è stretta e si trova in mezzo alle mura del piccolissimo paese. Altro punto ad alta intensità spettacolare è posto al km 10,60 dove c’è un bel passaggio nel cuore del paese di Poggio. Da qui la speciale prosegue con un tratto molto veloce che conduce fino al cartello di fine ps. Non è certo una speciale molto “facile” da seguire per gli spettatori. Ma consigliamo l’innesto di Pagno.

PS SAN MARINO (km 5,35) PS 9 sabato CIR ore 21,30
È l’unico tratto su asfalto del rally con arrivo nel cuore del centro storico della Repubblica di San Marino. È un tratto cronometrato che ricorda gli anni più belli con la partenza in discesa alle porte di Chiesanuova, passaggio suggestivo alla curva della Casa, da sempre teatro di numeri altamente spettacolari, salita verso Santa Mustiola ed immissione dei concorrenti sulla strada principale che sale da Borgo Maggiore. Tanti i punti più affascinanti da dove poter seguire la speciale, oltre alla Casa, c’è anche l’incrocio che porta a Montecerreto il passaggio nel centro di Santa Mustiola, il tornante con dosso interno che immette sulla strada che porta nel cuore della Repubblica ed il curvone di via G.Giacomini.
Dallo stop della Ps si possono vedere i concorrenti per quasi tutto il tracciato e sentire i motori rimbombare nella vallata sottostante. Una roba da pelle d’oca. Sarà di facile accesso in tutti i suoi punti più spettacolari compreso il Centro Storico. Sicuramente una ps da non perdere.

PS SESTINO (km 13,24) PS 10 e 11 domenica CIR ore 09,19 – 11,14
Dopo un anno di assenza torna una delle prove più amate dagli appassionati di rally. Rispetto al passato la ps è stata accorciata di 7 km e prende il via dal bivio di Campo da sempre un’ ottima postazione per seguire questa speciale: per raggiungerla si arriva dalla SP 3bis, percorrendo a piedi alcune centinaia di metri in salita si giunge nella zona più alta dove si possono seguire con lo sguardo ampi tratti in discesa. Dopo aver percorso circa la metà della speciale i concorrenti attraversano piccoli centri abitati molto affascinanti raggiungibili da varie strade secondarie. All’innesto sulla SP 7 di Sant’Angelo in Vado, tutto da gustare, si arriva al km 15,85 della PS.
Gli ultimi 2 km sono forse i più belli di tutto il rally: un tratto velocissimo che si snoda sul crinale degli Appennini.
Il miglior avamposto per godersi lo spettacolo è nei pressi di una piccola chiesa dove si possono vedere e seguire i concorrenti per un lungo tratto di percorso.

L’ufficio stampa del Rally di San Marino

cm5gr

 

43° SAN MARINO RALLY TANTI BEI NOMI AL VIA

Il meglio del rallysmo del campionato italiano si gioca una sfida importante sulle strade del San Marino in questo week end.
Vigilia di grande attesa per una gara ricca di tanti spunti d’interesse.

San Marino, 7 luglio 2015. Il menù offerto dal 43° San Marino rally è davvero ricco. Uno spettacolo con tutti i migliori interpreti del rallismo italiano. E poi tante novità pronte a rincorrersi lungo strade bianche da sogno per due giorni in questo week end. Si annuncia molto scoppiettante l’edizione 2015 della classica sfida sterrata sammarinese. Carica di motivi d’interesse. Da sempre San Marino rappresenta uno snodo fondamentale nella corsa al titolo tricolore, quasi una rampa di lancio verso la conquista dello scudetto. Lo sa bene Paolo Andreucci, attuale leader del tricolore, cacciatore seriale di titoli italiani che quest’anno ha già fatto saltare il banco a Sanremo e Targa Florio. Reduce da una prestazione fantascientifica sulla terra del Rally d’Italia Sardegna, il garfagnino della Peugeot punta senza mezzi termini a bissare il successo molto sudato della passata stagione.

LA PRIMA DELLA SKODA FABIA R5
In uno scenario già di per se molto intrigante, a scompaginare i piani e a creare molta attesa è il debutto della nuova Skoda Fabia R5 con la quale andrà a caccia di gloria Umberto Scandola. L’esordio nel tricolore della vettura ceca è uno degli spunti d’interesse maggiori in questa fase del campionato italiano nel quale non sono assolutamente mancate le sorprese. Attualmente secondo nella classifica conduttori alle spalle di Andreucci, Scandola è uno che da queste parti ha già vinto ed è sempre stato ai vertici. Vincere, per il veronese, è quasi imperativo anche se esistono tutte le incognite legate all’esordio della nuova vettura.

CHARDONNET FRIZZANTE
Si chiama Sebastien Chardonnet, è francese ed è uno dei piloti che la federazione transalpina alleva in vista di un futuro nel Mondiale. Al debutto nella serie italiana, ha già portato la sua Fiesta R5 molto in alto al Sanremo e sulla terra dell’Adriatico. Tipo da prendere con le molle se si tratta di andare veloce in prova speciale, Sebastien porta un cognome importante nella storia dei rally. Suo nonno Andrè “Doudou” Chardonnet era infatti il famoso importatore francese della Lancia Stratos con la quale esaltava e vinceva un certo Bernard Darniche.

BASSO PUNTA IN ALTO
A San Marino è sempre andato fortissimo Giandomenico Basso. Ha vinto ed esaltato sulle strade bianche dell’Antica Repubblica. Con la Fiesta spinta a Gpl il veneto va ancora a caccia del primo successo stagionale e questa gara potrebbe davvero calzargli a pennello.

OCCHIO A TEMPESTINI
È la grande sorpresa Simone Tempestini, figlio d’arte e capace di stupire tutti nel Mondiale Rally con prestazioni sopra le righe e vittorie di categoria importanti. Tempestini correrà a San Marino con la Fiesta R5 e potrebbe regalare un’altra gioia a papà Marco, ex campione nazionale del Terra.

RIENTRA CAMPEDELLI
Dopo molti mesi d’assenza rientra Simone Campedelli. Il romagnolo sempre velocissimo avrà a disposizione una Peugeot 207 Super2000 preparata da Munaretto e può provare a rendere la vita difficile a tutti quelli che punteranno alle posizioni di vertice.

REGGINI E QUELLI DEL TROFEO TERRA
Avrà gli occhi di molti puntati addosso Filippo Reggini. Dopo la scintillante prestazione del 2014 chiusa con la conquista del sesto posto assoluto e alcuni temponi di rilievo, il sammarinese in coppia con Massimo Bizzocchi ci riprova sempre al volante della Fabia Super2000. Nella sfida tra “terraioli” Reggini sarà davvero in ottima compagnia a iniziare dal bresciano di Riccione Ricci.

SEI SAMMARINESI AL VIA
Sono sei in totale i piloti sammarinesi al via della 43esima edizione della gara di casa. Oltre a Reggini staccheranno il tagliando di presenza anche Marco Fantini, Elia Chiaruzzi, l’attesissimo Daniele Ceccoli, Stefano Guerra e Davide Raschi.

Documenti di gara, programma dettagliato e maggiori informazioni sul portale ufficiale dell’organizzazione all’indirizzo www.sanmarinorally.com

 

 

cm5g

IN VIALE CECCARINI A RICCIONE
LA PRESENTAZIONE DEGLI EQUIPAGGI DEL 43° SAN MARINO RALLY

San Marino, 6 luglio 2015. Sarà una serata glamour ad alto tasso di eleganza quella che, il 10 luglio 2015, farà colorare Riccione delle tinte bianco azzurre della 43esima edizione del Rally di San Marino.

Si respira già l’aria frizzante che contraddistingue i lunghi giorni della vigilia.
In anteprima alla classica partenza prevista per sabato 11 luglio nell’Antica Repubblica, vi sarà una grande e suggestiva novità.
Quest’anno, l’organizzazione del Rally di San Marino, proporrà una serata-evento per dar ancora più risalto al già importante spettacolo rallistico Titano.
Una serata chic, accattivante, una presentazione degli equipaggi e delle vetture in piena regola. Binomio ad hoc tra sport e stile nella cornice della bella e sofisticata Riccione.
Le vetture faranno il loro ingresso a Riccione tra le ore 18 e le 19, dalle 21 alle 22:30 piloti e navigatori saranno poi a disposizione del pubblico. Parleranno con i loro tifosi, gli appassionati, rilasceranno autografi ed informazioni sportive.
Alle ore 22:30 (fino alle 23:30 circa) sarà la volta della vera e propria passerella di vetture che, come fosse una vera sfilata, attraverseranno Viale Ceccarini in direzione San Marino.
Il Sindaco di Riccione, Renata Tosi, ha espresso la sua approvazione all’evento testimone di un rinnovato e tangibile segno di amicizia e di collaborazione tra il Comune di Riccione e la Federazione Auto Motoristica Sammarinese.
“Riccione è lieta di ospitare per la prima volta l’evento di apertura di una competizione così blasonata come il Rally di San Marino. Questo dimostra nei fatti come l’accordo bilaterale per la promozione congiunta del Turismo sia una realtà capace di fornire molteplici opportunità e di amplificare il risalto di quanto viene messo in campo da entrambi i paesi.” Ha poi continuato “La città di Riccione si offre per questo evento come naturale vetrina mettendo a disposizione il suo ‘salotto’: Viale Ceccarini, piazzetta del Faro e piazzale Roma, luoghi famosi in tutta Italia e densamente frequentati, soprattutto in estate. Penso che la cornice marinara ben si addica al rally in questa stagione e sono sicura che accorreranno tantissime persone ad ammirare le auto esposte e ad applaudire gli equipaggi in partenza alla volta della due giorni di gare. Non mi resta che augurare a tutti buon divertimento e che vinca il migliore!”

L’ufficio stampa e comunicazione del Rally di San Marino
foto: Bettiol

 

 

cm4g

 

43° SAN MARINO RALLY – SPETTACOLO E TRADIZIONE

Tante novità e un percorso impegnativo nell’edizione 2015 della gara sammarinese
valida per il Campionato Italiano, il Trofeo Terra e il tricolore Cross Country

San Marino, 2 luglio 2015. È un percorso tracciato nel solco della tradizione quello del 43° San Marino Rally. Strade sterrate bellissime e cariche di storia per una sfida che regala sempre spettacolo ed emozioni. Un vero punto di riferimento dell’estate da corsa, la classica sammarinese che andrà in scena dal 10 al 12 luglio e anche uno snodo fondamentale per Campionato Italiano e Trofeo Terra che da queste parti si giocano una fetta importante per quanto riguarda la caccia ai vari titoli. Sono tanti i motivi d’interesse e le varie sfaccettature di una manifestazione che regalerà gloria anche con la seconda edizione dell’attesissimo San Marino Rally Show, ai protagonisti della corsa valida per il Trofeo Rally Nazionali e infine agli attori che recitano sul palcoscenico del Campionato Italiano Cross Country. Un grande carosello rombante animerà la Repubblica del Titano, dopo la novità della partenza da viale Ceccarini a Riccione nella serata di venerdì 10 luglio.

IL PERCORSO: TORNA SESTINO
CONFERMATA LA PS SPETTACOLO
Due tappe e 11 prove speciali. Questo dice il menù del San Marino 2015. Sabato 11 e domenica 12 luglio farà molto caldo sugli sterrati intorno alla Repubblica. Nove i tratti cronometrati previsti nella prima tappa e due nella seconda. Ad animare la prima giornata di gara ci saranno le speciali su terra di Monte Benedetto, Rofelle e Sant’Agata Feltria e l’ormai consueta conclusione nella serata lungo la ps spettacolo di San Marino destinata ad accendere la passione di un’intera Repubblica. Una prima tappa che si annuncia molto tosta su strade bianche davvero spettacolari e molto tecniche. Da segnalare che la prova di Sant’Agata Feltria presenta la novità di un nuovo inizio ps: si tratta di una parte in discesa molto tecnica e impegnativa. La seconda tappa del 43° San Marino Rally, domenica 12 luglio, si giocherà tutta lungo la “mitica” prova speciale di Sestino che torna a disputarsi quest’anno per la gioia degli appassionati. Saranno due i passaggi sulla speciale che in passato ha visto in azione i mostri sacri del Mondiale Rally e che quest’anno si snoderà per 13.24 km. La ps scatterà dal bivio di Campo e presenterà tanti punti spettacolari con gli ultimi 2 km tutti da gustare in un tratto veloce e guidato lungo il crinale degli Appennini.

MULTIEVENTI A SERRAVALLE
L’OMBELICO DEL RALLY
Quartier generale del rally torna a essere il Multieventi a Serravalle di San Marino sede anche del parco assistenza e base di partenza e arrivo delle due tappe della 43esima edizione. Dopo la passerella a Riccione di venerdì 10 luglio, la gara vera e propria scatterà a iniziare dalle 8.30 del giorno successivo per concludere all’ombra delle stelle, subito dopo la disputa della ps-spettacolo di San Marino alle ore 21.30. La tappa conclusiva prenderà il via dalle 7.45 di domenica 12 luglio: l’arrivo è previsto a cominciare dalle 14.00.

CAMPIONATO ITALIANO CROSS COUNTRY
UNA GRANDE BATTAGLIA STERRATA
La 43esima edizione del San Marino Rally sarà valida anche per il campionato italiano Cross Country Rally. Sulle strade sterrate sammarinesi andrà in scena il secondo round della stagione. I protagonisti della serie tricolore per fuoristrada disputeranno tutte le speciali su terra con fine tappa a San Marino. Sui tratti cronometrati del Cross Country saranno inserite alcune varianti per rendere ancor più probante la corsa dei protagonisti di una serie che proprio nella Repubblica del Titano manderà in scena uno degli appuntamenti più attesi e combattuti. Anche per il Cross Country ci sarà la passerella su viale Ceccarini a Riccione venerdì 10 luglio. La prima tappa scatterà il giorno successivo dal Multieventi Sport Domus di Serravalle di San Marino e si concluderà alle 20.30. Alla domenica si terrà la tappa finale con arrivo a iniziare dalle 14.00.

DIECI PROVE SPECIALI
PER I PROTAGONISTI DEL TRN
Si consumerà tutta nella giornata di sabato 11 luglio la gara valida per il Trofeo Rally Nazionali. Un’altra sfida nella sfida all’interno del grande contenitore San Marino Rally. Saranno nove le speciali in programma, ovvero tutte quelle previste nel programma della prima tappa: Monte Benedetto, Rofelle e Sant’Agata Feltria da ripetere e gran finale sulla ps spettacolo a San Marino per un totale di 80 km di prove cronometrate.

RALLY SHOW AL SABATO
ASFALTO ROVENTE
Dopo il grande successo di pubblico della passata edizione torna a grande richiesta il Rally Show. La gara andrà in scena tutta nella giornata di sabato con tre passaggi lungo la speciale in asfalto di San Marino. E sarà uno spettacolo nello spettacolo con ottimi protagonisti e vetture anche iper-vitaminizzate pronte a regalare controsterzi e numeri per la gioia degli appassionati.

Documenti di gara, programma dettagliato e maggiori informazioni sul portale ufficiale dell’organizzazione all’indirizzo www.rallysanmarino.com

L’ufficio stampa e comunicazione del Rally di San Marino
foto: Bettiol

cm3g

PRESENTATA LA 43° EDIZIONE DEL SAN MARINO RALLY

Grande sinergia tra la FAMS, la Segreteria di Stato per il Turismo e lo Sport e il Comune di Riccione

San Marino, 1 luglio 2015.
E’ stato presentato il 1° luglio 2015 nella sala conferenze di Asset Banca a Dogana (RSM) il 43°Rally di San Marino, gara organizzata dalla FAMS, Federazione Auto Motoristica Sammarinese, che entrerà nel vivo dal 10 al 12 luglio 2015, con partenza e arrivo nell’Antica Repubblica di San Marino.

Alla conferenza sono intervenuti il Segretario di Stato per il Turismo e lo Sport Teodoro Lonfernini, il Sindaco di Riccione Renata Tosi, il Presidente Fams Giovanni Zonzini e il Presidente del Comitato Organizzatore Paolo Valli. In rappresentanza di Stefano Ercolani, Presidente di Asset Banca (Main Sponsor della gara) è intervenuto il responsabile marketing Alan Gasperoni.

E’ stato Alan Gasperoni a fare gli onori di casa portando i saluti del Presidente Stefano Ercolani e sottolineando il grande orgoglio di Asset nell’essere sponsor ufficiale di una manifestazione tanto sentita nel territorio.

Giovanni Zonzini, presidente FAMS, nel ringraziare le istituzioni, i collaboratori, gli sponsor e i partner della manifestazione per il prezioso apporto nelle diverse fasi logistiche della corsa, si è soffermato su come lavorando al meglio e con le giuste professionalità si possano trovare le giuste sinergie per organizzare eventi di così grande importanza.

La parola è poi passata a Paolo Valli, Vice Presidente Fams e Presidente del Comitato Organizzatore, che ha voluto evidenziare la grande tradizione della gara (43 anni di storia) che ha anche come intento quello di veicolare l’immagine di San Marino e dei suoi dintorni. Valli ha illustrato nei dettagli il percorso della gara che vede il ritorno della prova speciale di Sestino, una delle più caratteristiche della competizione bianco azzurra valida per il Campionato Italiano Rally, il Trofeo Terra, il Tricolore Junior, il Campionato Italiano Cross Country e l’ERMS Rally Cup. E’ stata confermata per il terzo anno consecutivo la prova spettacolo del sabato sera che si svolge interamente, come di consueto, all’interno della Repubblica di San Marino fino al centro storico.

È stata poi la volta del sindaco di Riccione, Renata Tosi, che nel ringraziare gli organizzatori per la scelta di Riccione quale sede per la serata di presentazione degli equipaggi che si terrà venerdì 10 luglio ha espresso la sua approvazione all’evento testimone di un rinnovato e tangibile segno di amicizia e di collaborazione tra la Segreteria di Stato per il Turismo e lo Sport, il Comune di Riccione e la Federazione Auto Motoristica Sammarinese.
“Riccione è lieta di ospitare per la prima volta l’evento di presentazione equipaggi di una competizione così blasonata come il Rally di San Marino. Questo dimostra nei fatti come l’accordo bilaterale per la promozione congiunta del Turismo sia una realtà capace di fornire molteplici opportunità e di amplificare il risalto di quanto viene messo in campo da entrambi i paesi.” Poi continua “ La città di Riccione si offre per questo evento come naturale vetrina mettendo a disposizione il suo ‘salotto’: Viale Ceccarini, piazzetta del Faro e piazzale Roma, luoghi famosi in tutta Italia e densamente frequentati, soprattutto in estate. Penso che la cornice marinara ben si addica al rally in questa stagione e sono sicura che accorreranno tantissime persone ad ammirare le auto esposte e ad applaudire gli equipaggi in partenza alla volta della due giorni di gare. Non mi resta che augurare a tutti buon divertimento e che vinca il migliore!”

Sull’importanza dell’evento e sul connubio tra sport e turismo ha parlato anche il Segretario di Stato allo Sport e al Turismo Teodoro Lonfernini che ha sottolineato il ruolo che un rally valido per un campionato italiano ha per le attività economiche del territorio, testimoniando di essere rimasto piacevolmente colpito dal costante impegno della FAMS e di tutto il suo direttivo. Una federazione molto attenta a creare continuamente un forte legame tra sport, turismo e territorio.
Il San Marino Rally si è affermato nel tempo come importante volano di promozione del territorio che ne ha giovato in termini di utilità e immagine turistica. Un lavoro instancabile quello messo in campo ogni anno dalla Federazione Auto Motoristica Sammarinese che ha contribuito a una sempre maggiore crescita qualitativa dell’evento. Importante il lavoro svolto dalla Federazione per la grande attenzione rivota alla cittadinanza. Il Segretario Lonfernini ha voluto ringraziare anche i vari comuni limitrofi per la disponibilità ad accogliere il passaggio della manifestazione.

L’ufficio stampa del Rally di San Marino
Foto: Foto Zini

 

 

cm2g

43° SAN MARINO RALLY
CHE SHOW IL RALLY FINO AL CENTRO STORICO!

Anche quest’anno verrà riproposta la prova spettacolo sulle strade che conducono nel centro storico di San Marino. Quella di sabato 11 luglio sarà una giornata di vero spettacolo

San Marino, 15 giugno 2015.
Siamo già in fase di conto alla rovescia. Per la 43esima edizione del San Marino Rally si respira già l’aria frizzante dell’attesa. La gara (in programma dal 10 al 12 luglio), valida per il Campionato Italiano Rally, Trofeo Terra e Tricolore Junior avrà come spettacolo centrale, oltre alle favolose prove speciali su terra, anche il tratto su asfalto che a San Marino con due passaggi da brividi e adrenalina concluderà la prima tappa sabato 11 luglio. Un appuntamento da non perdere, diventato quasi imprescindibile.
La prova spettacolo lungo la strada che conduce a Porta San Francesco, ingresso del centro storico di San Marino, è diventata ormai un classico del San Marino Rally. Alla sua quarta edizione è un modo per celebrare degnamente la gara il cui cuore pulsante batte forte all’interno dell’Antica Repubblica della Libertà. Un evento che da subito ha ricevuto ampi consensi da parte di piloti e appassionati. Ed è diventato un classico che accende la notte sammarinese proprio al termine della prima tappa con due passaggi che sono un’autentica garanzia e controsterzi e spettacolo. Ci sono tutti gli ingredienti per accendere la passione. Si corre di notte con gomme da terra sull’asfalto e tra sciabolate di fari e sbandate controllate c’è veramente da divertirsi. Per una giornata intera, quella di sabato 11 luglio, la strada che porta al cuore di San Marino sarà teatro di un lunghissimo spettacolo che oltre alle vetture impegnate nella sfida per il Tricolore Rally e il Trofeo Terra, vedrà in azione anche i protagonisti del San Marino Rally Show, una gara a se stante che è stata introdotta l’anno scorso in mezzo a tanto pubblico e con ottimi protagonisti. La sfida si consumerà tutta nella giornata di sabato 11: ricognizioni alla mattina verifiche al pomeriggio e partenza della gara alle 19 per affrontare tre passaggi sulla ps di San Marino. Ci sarà insomma anche l’occasione per misurarsi con i partecipanti alla gara valida per il Cir in una sfida di facile approccio alla specialità e che ben si adatta ai giovani.
Rispetto alle precedenti edizioni cambia, infine, la sede di partenza, il quartier generale e il parco assistenza che torneranno a far base al Multieventi Sport Domus a Serravalle.

L’ufficio stampa del Rally di San Marino
Foto: Actualfoto

NewsGrande

SAN MARINO RALLY 2015 CON GRANDI NOVITA’
La gara valida per Campionato Italiano Rally, Trofeo Rally Terra, Tricolore Junior, Cross Country e ERMS Rally Cup andrà in scena dal 10 al 12 luglio.
La 43a edizione scatterà da viale Ceccarini a Riccione

San Marino, 30 maggio 2015.
È già partita sgommando la 43esima edizione del Rally di San Marino che andrà in scena dal 10 al 12 luglio. Con l’apertura delle iscrizioni fissata per lunedì 1 giugno è iniziato il classico conto alla rovescia in vista di un appuntamento tra i più attesi nel Belpaese da rally. Una raffica di novità ha investito la corsa biancoazzurra. Cambia lo scenario di partenza. La gara, infatti, prenderà il via da viale Ceccarini a Riccione. Un’apertura molto glamour e anche una garanzia di avere tantissimi spettatori per lo start della classica sammarinese che per due giorni darà vita ad una lunga sfida contro il cronometro lungo strade bianche che hanno contribuito a far scrivere tante pagine di storia da rally. Oltre alla sede di partenza cambia anche il quartier generale e il parco assistenza col ritorno al Multieventi Sport Domus a Serravalle.
È stata invece riconfermata la prova spettacolo nel cuore di San Marino, teatro di sfide appassionati, ciliegina conclusiva della prima tappa del rally e capace di richiamare il pubblico delle grandi occasioni lungo la strada che conduce fino alla Porta di San Marino Città, nel cuore del centro storico.
CIR E TROFEO TERRA GIORNI DI BATTAGLIA
La 43esima edizione del San Marino Rally sarà valida oltreché per il campionato italiano anche per il Trofeo Terra, il Tricolore Junior e l’ERMS Rally Cup. Da giovedì 9 luglio inizieranno le ricognizioni regolamentate. Il giorno successivo è previsto lo shake down a Piandavello e la partenza da Riccione: dopodiché le vetture raggiungeranno il parco assistenza nell’area Multieventi a San Marino. La prima tappa scatterà sabato 11 luglio a iniziare dalle 8,30 e si concluderà a partire dalle 22.05. La giornata conclusiva (domenica 12 luglio) vedrà la partenza delle vetture a iniziare dalle 7.45 con arrivo finale previsto a Serravalle intorno a mezzogiorno.
TORNA LA MITICA SPECIALE DI SESTINO
Dopo il forfait della passata edizione ritorna a grande richiesta la speciale di Sestino, un tratto cronometrato che si porta in dote un passato da campionato del mondo. La mitica prova speciale verrà riproposta quest’anno per la gioia di tanti appassionati. Gli altri tratti cronometrati della gara sono quelli classici sui quali si sono combattute negli ultimi anni grandissime battaglie con controsterzi davvero d’autore.
TRICOLORE CROSS COUNTRY SUPERSFIDA STERRATA
Il copione si ripete. Dopo le esperienze del recente passato ritorna anche la sfida dei protagonisti del Tricolore Cross Country. La sfida sammarinese, infatti, è ricompresa tra le gare valide per il campionato italiano della specialità fuoristrada. Al via tutti i più forti protagoniste della serie: dopo la partenza-passerella in viale Ceccarini a Riccione, per loro, inizierà la classica sfida lungo le speciali sterrate del San Marino Rally con alcune varianti costruite per mettere alla prova questo tipo di vetture.
SAN MARINO RALLY SHOW PRONTO AL 2° ATTO
La seconda edizione del San Marino Rally Show si consumerà tutta sabato 11 luglio. C’è grandissima attesa fra gli appassionati per questa sfida di contorno che l’anno scorso fu seguita da tantissimi appassionati fino a notte fonda. Sarà l’asfalto della Repubblica di San Marino lo scenario di questa corsa dove si potranno vedere in azione vetture ipervitaminizzate pronte a regalare spettacolo lungo la strada che conduce alla Porta di Città, cuore dell’Antica Repubblica della Libertà

L’ufficio stampa del Rally di San Marino
Foto: Actualfoto